Antiche famiglie sanvittoresi

Il Castello di San Vittore ha ospitato famiglie nobiliari con titoli e incarichi civili, militari e religiosi. La famiglia Capoferreo, con Guglielmo III Capoferreo vescovo di Chieti, e la famiglia Mancini, presente ancora oggi a Roma, sono tra le più importanti.


Descrizione

Il Castello di San Vittore con i suoi feudatari è stato la residenza di famiglie con titoli nobiliari ed incarichi civili, militari e religiosi. Tra queste la famiglia dei Conti Capoferreo, nome che deriva dal caratteristico stemma raffigurante la testa di guerriero rivestita di ferrea protezione. La figura più rappresentativa di questa nobile famiglia è stata Guglielmo III Capoferreo morto vescovo di Chieti nel 1352. All’illustre sanvittorese è dedicato un monumento funerario con targa commemorativa nella chiesa madre di Santa Maria della rosa.

Tra le tante famiglie citate negli archivi storici, degna di menzione è la famiglia dei Conti Mancini, i cui eredi sono vissuti a San Vittore ancora nel XX secolo e sono presenti tuttora anche a Roma (Famiglia La Longa Mancini).


Allegati

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri