Esplora contenuti correlati

T.A.R.S.U – Tassa Raccolta e Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani

Cos’è

La tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, abbreviata in T.A.R.S.U.
É dovuta al Comune per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, oltre che di spazzamento delle strade pubbliche.


Cos’è utile sapere

Essa è prevista dal D.Lgs n. 507/1993 che ha subito successive modifiche.
I Comuni applicano questa tassa sulla base del costo totale del servizio di raccolta e successivo smaltimento dei rifiuti usando come parametro la superficie dei locali di abitazione e di attività dove possono avere origine rifiuti di varia natura.

Il servizio è gestito dal Comune ed oggetto di raccolta sono i rifiuti domestici e quelli cosiddetti assimilati ovvero quelli derivanti da attività economiche, artigianali, industriali.
La tassa viene calcolata in base ai metri quadrati di superficie moltiplicato per gli importi definiti nella delibera di Giunta Comunale visibile presso la segreteria.
Nel calcolo non si deve tener conto di quella parte dove ci sono dei rifiuti speciali, tossici o nocivi, che i produttori dovranno smaltire a proprie spese.

Dopo aver presentato dichiarazione di occupazione o detenzione all’ufficio tributi, il cittadino viene iscritto annualmente in un apposito elenco in base al quale dovrà pagare l’imposta.
Ulteriore normativa di riferimento è rappresentata dal Regolamento comunale TARSU approvato con delibera di Consiglio Comunale n°12 del 23/07/1996.


Requisiti

Sono obbligati al pagamento della T.A.R.S.U. tutti coloro che detengono immobili a qualunque titolo.
Sono esenti dal pagamento di questa tassa: i locali e le aree che non possono produrre rifiuti o per loro natura, o per il particolare uso cui stabilmente sono destinati, oppure perché risultano obiettivamente non utilizzabili nel corso dell’anno.
Queste circostanze devono essere indicate nella denuncia originaria e devono essere riscontrabili su basi documentali.


Come fare

Il cittadino è tenuto a presentare denuncia di occupazione o detenzione di una superficie coperta o scoperta all’ufficio tributi.

Tale dichiarazione deve essere presentata quanto prima, entro il 20 gennaio successivo all’inizio dell’occupazione o detenzione. Nel caso in cui non intervengano cambiamenti, la dichiarazione ha valore anche per gli anni successivi.

In relazione a questa tassa è possibile, presentando domanda su apposita modulistica, fare richiesta di:

  • cancellazione
  • riduzione
  • voltura
  • voltura indirizzo

In quanto tempo

Immediato.


Quanto costa

Nessun costo oltre quello della tassa.


Validità del documento

Non è previsto il rilascio di un documento al contribuente, ma viene affisso all’albo pretorio, per 15 gg l’elenco dei contribuenti tenuti al versamento della tassa.

Allegati

File Dimensione del file
doc Modulo richiesta cancellazione 27 KB
doc Modulo riduzione 37 KB
doc Modulo voltura indirizzo 31 KB
doc Modulo voltura 30 KB

Ufficio di riferimento: Gestione Entrate

Telefono 0776 335037
Fax 0776 335453
Indirizzo ufficio Residenza Municipale, Via Santa Croce snc - 03040 - San Vittore del Lazio (FR)
Email tributi@comune.sanvittoredellazio.fr.it
PEC info@pec.comune.sanvittoredellazio.fr.it
Orario

Orario di ricevimento:
Dal Lunedì al Venerdì: 09.00 - 13.00
Martedì e Giovedì: 15.00 - 17.30

RESPONSABILE DOTT. FABIO VENDITTELLI

Vai alla pagina dell'ufficio

Condividi: